Spider Truman – The Day After

Pubblicato: 22 luglio 2011 in Politica, Società
Tag:, , ,

Intanto buonasera: l’educazione è importante.

Ero indeciso se postare un ulteriore articolo dopo quello che è successo ieri. Per i più distratti: ieri è uscito (non da questo blog) su tante testate e sui vari social-network il nome di Francesco Caruso come ideatore del personaggio di fantasia Spider Truman. Inutile ripetere che prima ancora di scrivere il 1° mio articolo già sapevo chi fosse e che volevo che chi leggesse il mio post ci arrivasse da solo. Subito qualcuno l’ha capito ed ha fatto sua la scoperta. Ma questo già l’ho scritto.
Stamane eravamo tutti in attesa di news da parte di Spider, come annunciato ieri sulla sua pagina:

domani alle ore 9:30 su questa pagina troverete un pò di materiali (inediti, almeno spero….) sui privilegi della casta, scannerizzati e commentati.

Effettivamente non ha tradito le nostre aspettative, anche se con un po’ di ritardo… sei scusato Spider.

Ha pubblicato, in 3 momenti diversi – ben annotati con 1/3  (pubblicato 2 volte), 2/3 e 3/3 – materiale in suo possesso, più sue opinioni personali.
Siamo partiti dalle tessere gratuite del CONI (come i classici accrediti per gli addetti stampa http://www.coni.it/fileadmin/Documenti/regolamentoTessere.pdf)  per ogni manifestazione sportiva su territorio italiano. Immagino tutti i parlamentari che salti di gioia nel riceverla e come la usino quotidianamente portando scompensi a tutta la nazione. Io in tribuna d’onore non ci finirei manco per sbaglio. Sono state create apposta. E credo che a spararla grossa un posto in tribuna d’onore ci sia costato 100 euro quando l’hanno costruito. Andiamo avanti.

2° articolo di Spider T : “un conto corrente in paradiso”. Questo quanto scritto ad inizio articolo:

Carte di credito GOLD a zero spese, conti correnti a zero spese, tassi di interesse stratosferici.
E’ il banco di napoli che vi offre queste condizioni straordinarie, ma solo uno sportello in tutt’Italia, lo sportello ROMA 01.
Benissimo, ora cercate l’indirizzo è recatevi lì.
La filiale si trova in piazza montecitorio.

Ammette anche che i documenti allegati (documenti di sintesi rilasciati ai clienti) sono i suoi, di alcuni anni fa. Beh, tanti anni fa anche io avevo aperto un CONTOZERO e c’erano una sfilza di zeri che faceva veramente piacere. Per quanto riguarda gli interessi a credito sappiamo che ci sono tanti conti di deposito in circolazione, che promettono anche un 4,5% di interesse (lordo). Veniamo ora all’istituto di credito che fa queste “donazioni” ai propri clienti: probabilmente Spider T non ha scaricato “Gruppo San Paolo – Intesa, Agg.to alla Vers. 3.4”. Non c’è più il Banco di Napoli in piazza Montecitorio ma bensì la Cassa di Risparmio di Rieti, CARIRI, che è comunque sempre parte del Gruppo sopracitato, per dovere di cronaca. Se qualcuno volesse chiamare per chiedere le condizioni riservate ai clienti “straccioni” – come me – ecco il numero : 06-69209001. Ricordo che gli istituti di credito non sono enti pubblici dove il favoritismo fatto ai deputati ricade direttamente sulle nostre teste, anche se è vero che quegli interessi a credito li prendono da chi è a debito (il 99% della popolazione ONESTA italiana), con tassi che rasentano lo strozzinaggio.

3° articolo: “La camera approva ieri tagli per 110 milioni alla casta? sono briciole che non intaccano i loro privilegi”. In questo articolo ci sono 4 punti. Con il 2° posso quasi esser d’accordo e l’abbiamo già visto in TV e letto ovunque che i collaboratori sono schiavizzati per pochi spiccioli, ma la perla nera, il diamante grezzo è il punto N.4. Ecco a Voi:

4) caro Francesco, certamente è vero quello che scrivi sulla mia ignoranza telematica […], ma è anche vero che nemmeno tu sei proprio un genio, visto che sono risaliti a te in pochi giorni.  ora mi raccomando: taci!

OMG! …come scriverebbero in qualche chat oltreoceano. Divorzio in casa Truman? Kramer Vs. Kramer? O fa tutto parte dello (Truman)show? Quel “taci!” è veramente brutto da leggere. Immedesimiamoci ora in Francesco. Abbiamo creato ad un vecchio amico di “palazzo” un’email dando la nostra personale come secondaria – Francesco, anche se non la mettevi era uguale, bastava una domanda ed una risposta segreta per recuperare l’eventuale password smarrita – per aiutarlo a sfogarsi sul web riguardo la sua precarietà e il suo recente licenziamento. Gli abbiamo dato anche una mano a costruire un blog e una pagina FB che ha richiamato più di 360.000 persone – e a te Francesco tutto questo pubblico non interessa per urlare le tue idee che spesso porti in piazza? – e abbiamo anche postato per lui, perché è uno che non ne capisce molto di internet. Ci vengono a bussare alla porta: “Francesco, sei tu Spider Truman?“. Ovviamente non siamo noi. Ma come ci hanno scoperto? Orcoboia, l’email! Lo sapevo che “rotellinarotta” portava sfiga! Cerchiamo di difenderci in qualche modo spiegando che abbiamo fatto tutto per aiutare una persona in difficoltà ed ecco la risposta da questo amico: “caro Francesco […] ora mi raccomando: Taci!“. E Voi cosa fareste ora?

Ecco che Vanity Fair ha raggiunto telefonicamente (come ieri il Corriere) Francesco e questo è uno dei punti del dialogo:

A proposito di quella mail: Vanityfair.itl’ha ritrovata in un forum di http://www.mininterno.net, il portale dedicato ai concorsi pubblici italiani. In una discussione del dicembre 2010 una certa Lina si rivolge a un altra ragazza e chiede di essere contatta su quella mail. Che ci fa la sua mail lì dentro?
«Mah, Lina è una mia carissima amica. Mi chiese se gli potevo rintracciare una persona e se gli potevo “prestare” la mia posta elettronica. Infatti giorni dopo mi domandò se mi aveva scritto qualcuno».

Il nome di Lina è saltato fuori secondo le indicazioni che avevamo dato qui. Allora Francesco sei recidivo con la tua email! Proprio quella tua principale dai agli amici? E mi chiedo: una ragazza laureata, che si iscrive ad un portale per concorsi pubblici e che pare ne faccia numerosi (di concorsi), non ha una sua email personale? Avvisatela che sono gratis! Mi riesce difficile pensare che c’è gente al mondo che ha un computer, ha l’accesso ad internet ma non ha un’email. Anche perché se hai una linea ADSL fissa te la danno per contratto (anche col mobile in realtà). Ma se uno vuole dare la sua casella di posta ad un amico non è certo un reato, sperando che questa non venga usata per fare dei danni… appunto.

Cambiando discorso, volevo spendere quattro parole per la stampa che ieri si è sbizzarrita con articoli dei più fantasiosi.

Per l’ennesima volta ripeto: la pagina FB chiamata  “Vecchietto nostalgico che parla del duce” non ha nulla a che fare con noi. Hanno preso il mio articolo e da quello hanno seguito la procedura che indicavo facendola propria. Al momento mi nominano solo come creatore degli screen-shot. Passi questa ricerca di popolarità, ma che le varie redazioni, più famose o meno, prendano senza andare a fondo e senza indagare su “chi ha detto” o “chi ha fatto” credo sia una mancanza di professionalità.

Prendo una testata ad esempio per tutte, L’Unità. Leggete questo articolo:  http://www.unita.it/italia/caccia-a-spidertruman-br-la-rete-fa-il-nome-di-caruso-1.315938

Prendete questo passaggio:

Tutti si aspettavano che Spidertruman tirasse fuori dal cilindro un coniglio rosso, e la Camera stessa si era premurata di rispondergli. ma (ndr. lettera minuscola) dopo una serie di conigli bianchi – dai voli dei parlamentari alle auto blu – tutti già scovati in passato da giornali e saggisti, il coniglio rosso è saltato fuori: è Spidertruman stesso.

Ed ora ecco cosa ho scritto nel mio 3° articolo ieri:

…sia mai che avessi tirato fuori dal cilindro un coniglio rosso – il bianco se lo aspettano tutti ormai – facendoci rimanere a bocca aperta.

L’originalità, questa sconosciuta.

Vi risparmio altre testate che hanno rubato articoli da colleghi (o dal mio blog) facendoli propri, o che hanno attribuito la scoperta a “Informare per resistere” che non ha fatto altre che fare un collage della nota del Vecchietto e dei miei articoli. Un po’ più di professionalità non guasterebbe da parte di chi attacca ogni giorno l’intera classe politica dando loro dei ladri e dei fannulloni. Cominciate Voi a dare il buon esempio, giornalisti ed editorialisti.

Dimenticavo: è uscito un nuovo video di Spider T2. Eccolo:

__________________________

Ho appena aperto un conto PayPal. Se volete donare qualcosa l’indirizzo email legato al conto è: RegaliamoUnaMascheraDiGuyFawkes@SpiderTruman.Dai !

Buona serata a chi è all’ascolto.

Quando il saggio indica la luna, Spider T è già lì che la “scannerizza”.

© (lo metto perché mi piace, non perché ci creda) IMP

Dietro consiglio dell’amico Marco A. cito  L. n. 62 del 7.03.2001. Questo non è un blog giornalistico. Non è un periodico. Non è una sala giochi. Non è nulla in realtà. Siete entrati ne Il mio pensiero.

Annunci
commenti
  1. Daniele ha detto:

    Sono andato a cercare qualche indizio negli scritti di Spider Truman e nella nota di “autodifesa” di Francesco Caruso. Ebbene, entrambi scrivono “anni fà”, “mesi fà” con quell’accento errato.

    Una semplice ricerca su Google sulla frequenza di “anni fà” e “anni fa” mi ha mostrato che la versione errata si trova nel web 25 volte meno frequentemente di quella corretta. Analoghe ricerche su “mesi fà”, “tempo fà” e simili evidenziano come siano ancora più rare le versioni errate rispetto a quelle corrette.

    Ora, la probabilità che due scritti di due persone diverse presentino entrambi quel “fà” accentato, è, grossolanamente, almeno di una su 25 al quadrato, ovvero circa una su 625!

    Mettendo insieme tutti gli altri elementi (a cominciare da quell’indirizzo di Caruso usato per creare l’email di Spider Truman), mi sembra proprio fuori di dubbio che Spider T. e Francesco C. siano la stessa persona. L'”autodifesa” di Caruso è anche la sua confessione.

    Come sempre, nelle identità nascoste sul web, la cosa più facile è andare ad analizzare come scrivono. Perché chi fa errori di ortografia o di sintassi, o ha particolarità nell’uso della punteggiatura, non sa di compierli e, mentre cerca di depistare, si autoaccusa direttamente.

    Daniele C

  2. IMP ha detto:

    Ti farei un applauso, se non fosse che è notte e rischio di svegliare qualcuno. Ma ci sono cose molto più evidenti negli scritti di Spider T da poter confrontare con le vostre supposizioni. Leggete bene, anche i titoli sul blog (<- altro indizio).
    Complimenti comunque, ma metti a fuoco le cose che sono più grandi e vicine senza sforzare la vista per vedere formiche a 1 km di distanza.
    Buonanotte

  3. pierluigi ha detto:

    Se cerchi o cercate di smascherare Spider, con la caccia all’errore, mi sa tanto che non caverete un ragno dal buco!
    Ad esempio anche tu hai un errore nel post, dove dici: “….un posto in tribuna d’onore ci sia costato 100 euro quando l’anno costruito.” questo che vuol dire, che tutti quelli che in internet scrivono per sbaglio: o, ai, a, anno invece di ho, hai, ha, hanno (verbo avere), che sei tu?
    Mi sembra piuttosto banale, come deduzione!

    • IMP ha detto:

      Ciao Pierluigi. Ti ringrazio per avermi fatto notare l’errore. Ci sono 5 HANNO in questo articolo + uno che mi è scappato. Un refuso ci sta, soprattutto quando sono 3 giorni che cerchi di palleggiare tra lavoro, blog e facebook. Se controlli tutto il blog credo che altri ANNO (avere senz’H) non ce ne siano. Un conto è un errore dovuto a distrazione, stanchezza, premura, ma le minuscole ad ogni inizio frase, la mancanza di apostrofi dove servono e messi dove non servono, in maniera sistematica, beh, è quasi la firma di Lupin, non credi? Io ho trovato analogie e rimane pur sempre il mio pensiero;ognuno poi può trarre le proprie conclusioni.
      Ti ringrazio per la segnalazione. Ho provveduto a correggere ovviamente, ma lascio questo post a riprova che mi piace ci sia trasparenza e dialogo tra me e chi viene qui a trovarmi.
      Buona giornata.

  4. wood ha detto:

    Sei un SUPERGATTO!!!!! Quello che mi da piu ‘ in testa e’ che oltre che da quelli della “casta” ci facciamo prendere per i fondelli anche da questo BABBEO.
    Aggiungo che se la Polizia Postale l’avesse ritenuto pericoloso,del suo blog, oggi , non sarebbe rimasta nemmeno una virgola 🙂
    Lo sputerei!

  5. Watanabe ha detto:

    Ormai l’operazione “i segreti della casta di montecitorio” rasenta il ridicolo.
    Sinceramente non sta raccontando nulla di nuovo, i posti in tribuna d’onore sono ad appannaggio di qualsiasi politico, perfino per un assessore comunale.
    Di segreti al momento non se ne sono visti.

    Il punto 4 nell’ultimo post dimostra solo la grande stupidità di Caruso. Pensa di prendere in giro la rete come prendeva in giro le folle.
    Ci sono ancora dubbi che sia lui?

    Faccio notare che in un post afferma: io non c’entro nulla con questi politicanti “viola” in carriera.Se volete cercarmi, potete trovarmi a Genova per i 10 anni dal G8.
    Contemporaneamente Caruso su FB afferma che sarà a Genova per i 10 anni dal G8.

    Per quale motivo un disoccupato che è stato precario 15 anni a Montecitorio andrebbe a Genova per i 10 anni dal G8. Quando durante quel periodo “teoricamente” lavorava sempre per lo stato.
    Via su…

    Tutto questo rumore è servito solamente a far guadagnare qualche migliaio di euro a Caruso in ADSENSE.

    • IMP ha detto:

      Buongiorno Watanabe. Mi fa piacere leggere considerazioni come la tua. Credo però non abbia guadagnato così tanto con gli AdSense, ma anche fossero pochi euro è stata una scelta infelice, come molti hanno segnalato.
      Buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...