Posts contrassegnato dai tag ‘Karima El Mahroug’

No, non volevo fare il fenomeno nel titolo, è che scrivendolo è uscita fuori una cosa interessante. Ora Vi spiego.

Chi sa cos’è il test CDT? E la transferrina desialata? A chi è stata ritirata la patente per abuso di alcool (con valori ben al di sopra del limite) lo saprà sicuramente. Il test CDT serve, a distanza di tempo dal ritiro della patente, a capire se, nel periodo di sospensione della stessa, il titolare ha continuato a fare uso indiscriminato di alcool. In parole povere la transferrina desialata confessa a chi di dovere se siamo dei bevitori incalliti o se quella sera/notte che ci è stata ritirata la patente era solo una notte brava. Se il valore del CDT risulta oltre la percentuale consentita non rientriamo in possesso della nostra patente.

E che c’azzecca (Di Pietro docet) con un incidente diplomatico?

Ormai lo sanno pure i sassi e se n’è parlato anche fin troppo: Karima El Mahroug, alias Ruby Rubacuori (del nickname ne scrivo dopo) è o non è la nipote dell’ex presidente egiziano Mubarak? A gran voce: E CHI SE NE FREGA!

Partiamo dal nickname, Ruby Rubacuori. Non una volta ma ben due volte il verbo RUBARE è presente nell’alias… lei aveva avvisato eh!
I fatti: denunciata per furto da una sua coinquilina viene fermata e portata in questura. Da lì partono una serie di telefonate e si arriva al nostro Presidente del Consiglio (scusate l’uso sconsiderato delle maiuscole) che chiama la questura dicendo che Ruby Manidifata è la nipote di Mubarak. Parte Nicole Minetti, con la divisa da Conigliera…opsss Consigliere Regionale della Lombardia, sotto comando, e va a prendere Ruby Manolesta in questura e la pone sotto la sua tutela. Da qui parte uno scandalo che ancora oggi, dopo mesi e mesi, occupa le prime pagine dei giornali e gran parte dei TG nazionali.
Veniamo ora alla parte interessante del discorso… Il premier giustifica il suo interessamento verso Ruby facendolo passare come un interesse politico, un affare di stato insomma, visto che è la nipote di Mubarak, e quindi la sua chiamata in questura è stata fatta per evitare un “incidente diplomatico”.

Ripeto, per i più distratti…INCIDENTE DIPLOMATICO.

Caro presidente, mi spiega per cortesia in quale modo sarebbe scattato questo incidente? Se fosse stata veramente la nipote dell’ex presidente egiziano e denunciata per furto, cosa c’entriamo noi e cosa sarebbe successo se l’avessero arrestata? Sarebbe stato suo zio che avrebbe dovuto venire qui in Italia a riprendersela e a scusarsi per avere una nipote del genere. L’incidente al massimo era il loro, ma se qualcuno ha una nipote ladra lo zio ne deve rispondere direttamente?
Ma se avesse sorpreso un ladro a casa sua, caro presidente, mentre le portava via qualche centinaia di migliaia di euro (quelli che tiene in casa per le spese notturne improvvise) e questo ladro le avesse detto: “Sono il cugino di Obama“, lei lo avrebbe lasciato andare per evitare un INCIDENTE DIPLOMATICO? E poi, se una ragazza ha il suo numero di telefono, o quello della Minetti, vorreste farci credere che non sapevate chi fosse prima di quella notte? Se fosse stata chi diceva di essere non crede che avrebbe condotto una vita più agiata senza dover andare a fare l’intrattenitrice nei vari locali e forse ben altro per mantenersi?
Qualsiasi uomo con criterio e padre di famiglia avrebbe chiamato immediatamente Mubarak dicendo:”Ehy Hosni, tua nipote ha fregato dei soldi ad una sua coinquilina ed ora è in questura, che facciamo?”.
Ma com’è che lei, signor presidente, aiuta sempre e solo delle pin-up? Non è forse un po’ troppo maschilista pensare che solo quelle belle hanno la possibilità di un lavoro alla regione o in parlamento? Ah, dimenticavo, per lei Rosy Bindi non è manco classificabile nell’universo femminile.

A questo punto, cosa c’entra CDT? Beh, ovvio. Questo incidente diplomatico ce lo stanno trovando nel sangue da mesi e mesi, e il valore non scende. Possiamo provare con una totale astinenza, ma dovremmo in questo caso cambiare nazione… o cambiare premier?

Garantiamo che non è stato fatto alcun male alle MAIUSCOLE mancanti. Stanno bene e sono trattate con tutti i riguardi… è proprio per quello che sono assenti in alcuni passaggi.

Annunci