Posts contrassegnato dai tag ‘montecitorio’

Pensavo non foste così veloci ed attenti, lo ammetto. E Vi chiedo scusa. Nel giro di pochi minuti una persona mi ha scritto: “Con quella email ho trovato questo nome…”. Ebbene sì. Dietro tutto questo c’è una persona che da tempo combatte il sistema, o meglio, il Governo.

Il nome che avete scoperto seguendo il precedente articolo non è in realtà la mente di tutto ciò.  Ho voluto invertire l’ordine della pubblicazione delle mie ricerche: ho postato prima la 2a e tenevo i fuochi d’artificio finali – la 1a ricerca – per dopo, ma forse non sarà così. La mia 1a ricerca aveva portato subito ad un nome e non c’era ombra di dubbio sul risultato.

Detto ciò, potrei anche essere d’accordo con le idee di Spider T – magari su alcune no – ma resta il fatto che se si vuole fare qualcosa di “mascherato” la calza di nylon non basta più.

Caro il mio Spider T. , se avessi risposto alle mie email (te ne ho mandate due) forse potevo anche evitare di pubblicare una parte delle mie ricerche. Ti avrei chiesto, qualora mi avessi risposto, quali erano i tuoi intenti e cosa avevi in serbo realmente. La tua biografia non aiuta il tuo intento, sono sincero, ma sono abituato ad ascoltare chiunque voglia parlare. Poi uso i miei mezzi per capire se quello che ho sentito corrisponde a realtà o a fantasia. Troppe menzogne si sentono ogni giorno e troppe ce ne hanno appioppate in questi anni.

A questo punto avrei dovuto svelare  il tuo volto, ma hai appena scritto sulla tua pagina FB:

domani alle ore 9:30 su questa pagina troverete un pò di materiali (inediti, almeno spero….) sui privilegi della casta, scannerizzati e commentati.

Visto che so che in qualche modo in quei “palazzi” ci sei stato (anche se non per 15 anni come affermi tu e non da precario), vediamo se furbamente hai preso qualcosa che possa far saltare la poltrona di qualcuno, anche se non capisco perché li hai tenuti nel cassetto per un paio di anni. Come te, anche io sono indignato e stufo di assistere a furti legalizzati e a sottrazioni indecorose verso la povera gente che conta gli spiccioli rimasti a fine mese. Fai qualcosa di buono se puoi, sennò evita di nutrire ulteriori false speranze in chi ha già perso da tempo la propria fede. Che tutto questo non sia solo il mezzo per attirare l’attenzione dei media sfociando poi in una bolla di sapone.

Aspettiamo domattina, ore 9:30… ha da passa’ ‘a nuttata.

IMP

[© IMP. Riproduzione parziale o totale vietata]

 

Annunci

In questi giorni è balzato agli onori della cronaca (per fortuna non nera)  il fenomeno “Spider Truman”. Un fantomatico eroe del popolo che ha promesso di rivelare i segreti della casta di Montecitorio (clicca per accedere alla pagina Facebook).  Si dichiara un collaboratore, di chissà quale parlamentare, precario da 15 anni e pare licenziato da poco (anche se stranamente ieri l’altro si leggeva questo sulla sua pagina “spider truman torna da lavoro alle 16. ci si legge dopo”, messaggio cancellato nella giornata di ieri).
Ecco quanto scritto nel campo Informazioni della pagina di Facebook:

Licenziato dopo 15 anni di precariato in quel palazzo, ho deciso di svelare pian piano tutti i segreti della casta.

E nel campo Descrizione invece si legge:

IO SONO UNO: una persona, senza alcun partito politico alle spalle, nessun agenzia di marketing, un popolo giallo, arancione o viola.
IO SONO NESSUNO: ai giornalisti che spasmodicamente cercano di indagare sul mio passato, sulla mia identità, rispondo che non ho un volto e non ho un nome. Lasciatemi stare, non voglio notorietà e pubblicità. voglio solo esprimere la mia indignazione.
IO SONO CENTOMILA: Spider Truman non sono altro che tutte quelle persone indignate e stanche dei soprusi e l’arroganza del potere.

Ad oggi pare che le rivelazioni siano state solo degli spari a salve, o meglio, pallottole d’annata: cose già sapute e risapute, e qualora ci fossero delle novità tra questi messaggi, cose di poco conto che già potevamo immaginarci senza avere una mente delle più fantasiose. Sia chiaro, non nutro né odio ma nemmeno amore per questo personaggio, ma comincio un po’ a storcere il naso quando leggo alcune cose su di lui.
I vari giornali, TG e RG, hanno già assegnato la paternità delle rivelazioni al movimento (moglie Giulia Ruggeri e sostenitori) legato a Leonida Maria Tucci  che hanno smentito ogni collegamento con il cavaliere mascherato, con queste parole:

A SCANSO DI EQUIVOCI: NOI, CON IL FANTOMATICO “SPIDERTRUMAN”, NON ABBIAMO NULLA A CHE VEDERE, NULLA A CHE FARE.NOI NON CI TRINCERIAMO DIETRO L’ANONIMATO E NON SCOPRIAMO L’ACQUA CALDA. NOI CI METTIAMO LA FACCIA, FACCIAMO NOMI E COGNOMI E DENUNCIAMO FATTI GRAVISSIMI, DOCUMENTAZIONE, PROVE E SENTENZE ALLA MANO.

Poi si è passati al “popolo viola”, nella fattispecie a Gianfranco Mascia, che smentisce sulla sua pagina ufficiale con queste parole:

Qualcuno farnetica che dietro a SpiderTruman ci sia il sottoscritto. Smentisco nella maniera piu’ assoluta

Detto ciò, per dovere di cronaca, vediamo chi si cela dietro la maschera di V, incalzata quasi  come promessa di rivoluzione (che pare non sia arrivata e non arrivi).

Il nostro amico Truman ha aperto quasi subito un blog, affermando sulla sua pagina FB che…

i tanti che mi allarmavano sulla censura, avevano ragione: mi è arrivata una mail di intimazione da facebook di rimozione dei contenuti. nel giro di una ventina di minuti spero di riuscire a trasferire tutto qui. datemi una mano ad avvisare ai 1000 iscritti alla pagina e a far circolare il link! http://isegretidellacasta.blog​spot.com/

Ed ecco quindi che è stato creato un blog, http://isegretidellacasta.blog​spot.com/ . Ma dopo nemmeno 30 minuti ecco un altro post:

falso allarme, almeno credo. mi sono messo un pò paura nel leggere una mail da parte di facebook dal titolo: Intellectual Property Report to Facebook. ma c’è semplicemente qualcuno che si è divertito a segnalare questa pagina come abuso di proprietà intellettuale (!?). cmq il blog l’ho fatto – in trenta minuti! – e lo lascio, senza aggiornarlo. se rimuovono la pagina, in quel caso riattivo il blog!

Ed ecco le prime promesse mancate: “…cmq il blog l’ho fatto […] e lo lascio, senza aggiornarlo. se rimuovono la pagina, in quel caso riattivo il blog!”. Invece è avvenuto il contrario: il blog è la partenza dei messaggi e la pagina FB usata per condividere. Perché? Beh, se non ci fossero i famosi ADSense di Google si potrebbe pensare per comodità, per non essere segnalati su Facebook da qualcuno, per sicurezza diciamo, ma in molti hanno messo in dubbio questa mossa per puri scopi economici. D’altronde, una pagina con oltre 350.000 iscritti (al momento attuale 351.574) è un buon “portafoglio clienti”.
Ma torniamo alla scoperta di Truman. Nato il blog quindi. Ah, dimenticavo, da qui in poi, se volete, potete seguire le mie indicazioni e scoprire con me chi si cela dietro Spider Truman. Non c’è nulla di illegale, state tranquilli. Aprite un’altra pagina del Vostro browser e divertitevi a seguirmi.

Partiamo. Se andate a questo indirizzo, http://www.blogger.com/profile/09581394345918430480 e cliccate su EMAIL vedrete che potrete scrivere a rotellinarotta@libero.it.

Che ce ne facciamo della sua email ora? Andiamo sul sito di Libero.it ovvio. Se per caso smarrite la Vs. password c’è una procedura automatica che Vi permette di recuperarla tramite domanda segreta o, se per caso l’avete impostata al momento della registrazione, tramite email secondaria. Visto che Libero, come tanti altri siti in cui è possibile registrarsi per ottenere gratuitamente un’email, non è il massimo della sicurezza e della programmazione, ecco che dando l’email rotellinarotta@libero.it a questo link  http://selfcare.libero.it/recuperopassword/?url_member=http%3A%2F%2Fmailbeta.libero.it%2Fcp%2FWindMailPS.jsp%3FrndPrx%3D0.6042682388797402
ci rimanda in un’altra pagina dove l’email secondaria è parzialmente nascosta da asterischi, dicono loro per la privacy.

Ed ecco il bug di Libero. Cliccate su SEZIONE DI ASSISTENZA (che vedete a fondo immagine) sul sito di Libero.  Ed ecco che siamo arrivati al momento clou. Il centro di assistenza Vi propone già, e totalmente in chiaro, l’email secondaria.

E già, frontedelparco@libero.it . Adesso potrei anche fermarmi qui e farVi divertire con Google, come ho fatto io, ma per i meno esperti Vi mostro come usare la giusta sintassi per riuscire a capire se sul web è stata mai utilizzata questa email da qualcuno.
Prendiamo la 1a parte, il prefisso, frontedelparco e la racchiudiamo tra virgolette: “frontedelparco”. Aggiungiamo anche libero.it alla ricerca ed ecco il risultato:

Ora non Vi rimane altro che cliccare e …

Ok, avete un nome ora. Direi che per oggi possiamo fermarci qui, anche perché immagino che già Vi basti sapere che dietro a quella maschera non ci siano i servizi segreti, non ci sia il popolo viola – né rosso o nero – e non c’è una vedova indignata. Domani, forse, Vi do qualche altra istruzione per seguire il mio percorso di ricerca e qualche spunto per capire che la persona che avete trovato non è da sola ad agire.

Immagino che, appena arriverà sotto gli occhi di Spider T. questo articolo, verrà tolta l’email dal suo blog.

Perché rivelo tutto questo? Perché quando si vuole fare qualcosa di eclatante, o un omicidio perfetto, bisogna ponderare tutto. In V per Vendetta, perfino il protagonista muore alla fine, ma durante tutto il film sembra di avere davanti agli occhi il giustiziere immortale, che prevede qualsiasi mossa dell’avversario, senza macchia e senza paura.
In più mi faceva piacere che capiste alcuni meccanismi, qualora non li conosceste ancora, riguardo il web. E’ uno strumento grandioso che a volte può essere usato come arma, sia impropria sia di “distrazione” di massa.

Meditate gente, meditate.

Alla prossima puntata.

IMP

21Luglio2011

[© IMP – Riproduzione totale o parziale vietata]

N.B.
Visto che sul blog di Truman tanti hanno fatto notare gli AdSense di Google, vi comunico che i banner qui a lato ci sono da quando ho creato il blog e non ricevo compensi per le visite e manco per i click. Solo se portate a termine un contratto, tanto per essere chiari.